CONDIVIDI

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

INFO

  • DATA: 07-03-2020
  • LUOGO: Teheran

ARTICOLI CORRELATI

Letture consigliate - Iran

Letture consigliate – Iran

Kader Abdolah (La casa della moschea) per un Islam intimo e Marsha Mehran (Istituto di bellezza Margaret Tatcher) per la nostalgia e la poesia. Letture consigliate – Iran

Leggi »

I MIEI TIPS - TEHERAN

  • Il primo dei miei tips - Teheran riguarda l’arrivo in aeroporto. Il visto si può fare direttamente lì, ma per evitare troppe code, potete prenotarlo dall’Italia tramite la procedura online e poi il passaggio in consolato. In aeroporto, cambiate un po’ di soldi (circa 50 euro) e comprate una sim coi dati, renderà la vostra vita più semplice.
  • Per le donne è obbligatorio indossare l’Hijab, il velo che copre la testa e il collo, e consiglio anche – per mescolarsi meglio con la popolazione – di indossare un manteau, una sorta di “cappottino” di vari tessuti che dovrebbe celare le forme del corpo. Per gli uomini, invece, sarebbero da evitare pantaloni e magliette a maniche corte, anche se coi turisti si chiude un occhio di solito.
  • In metropolitana, l’ultimo vagone è riservato alle donne. Negli altri vagoni le donne viaggiano solo se accompagnate da uomini. Io ho sbagliato più volte e mi sono sentita un po’ una marziana, il vagone delle donne di solito è anche meno affollato.
  • Teheran è una metropoli molto vasta, ma relativamente giovane (fu fondata 400 anni fa), che ospita 12 milioni di abitanti secondo le stime ufficiali, probabilmente molti di più e infatti è trafficatissima! La metro funziona bene, ma anche i taxi sono molto economici. La parte più ricca e “riformista” si trova a nord, mentre quella storica e più “tradizionale” si trova a sud.
  • Le attrazioni da non perdere – se si ha davvero poco tempo – sono sicuramente quelle tra le fermate della metro Imam Khomeini e Panzadah-e Khordad (linea rossa), che corrispondono al quartiere più antico (sud).
  • Un “must” per il primo soggiorno a Teheran riguarda la visita al Palazzo del Golestan, perla dell’architettura Qajar: è l’emblema della dinastia che ha reso Teheran capitale.
  • Non lontano dal Palazzo del Golestan, c’è il Museo Archeologico Nazionale che vale sicuramente una visita: tesoro imperdibile di reperti archeologici e artistici che testimoniano la vita e la grandezza della Persia antica e post islamica.
  • Sempre nello stesso distretto, troverete il Gran Bazaar. Enorme e pieno di vita, è l’immagine per eccellenza del brulicare costante della capitale.
  • Fuori dal centro, non perdete il Ponte Tabiat: moderno e illuminato con luci colorate la sera, è pieno di ristoranti e caffè degni di ogni grande capitale mondiale.
  • A nord di Teheran trovate il Monte Tochal, che si raggiunge passando dal villaggio di Darband, dove ci sono sale da tè e luoghi dove fumare shisha e a cui si arriva facilmente dalla piazza Tajrish.
  • Ricordate che in Iran è vietato bere alcolici e ballare nei luoghi pubblici, quindi le attività notturne si limitano alle cene nei ristoranti o al tè della sera, oppure ancora, in alcune zone ben precise della città, alle passeggiate e ai pic nic.
  • Se restate a Teheran per qualche giorno, non perdetevi una gita sul Monte Damavand, bellezza naturale da scoprire, è un vulcano spento e il monte più altro dell’Iran, ideale per staccare dalla frenesia cittadina.
I miei tips - teheran
Teheran moschea
Metro woman only
Tabiat bridge